Tutti insieme contro il gioco d’azzardo illegale

27 novembre 2014 Posted by itubessa

Regione Puglia: anche qui viene affrontato il disagio da gioco d’azzardo patologico e si sono attivate, come in tante altre regioni associazioni di volontariato, chiese, singoli cittadini per organizzare eventi per contrastare le conseguenze del gioco d’azzardo. Però, come il mondo del gioco d’azzardo “vive” una reale confusione non essendosi lo Stato ancora “schierato” a livello nazionale, così nell’affrontare “singolarmente” le sue conseguenze i risultati tarderanno ad essere concreti. Agire individualmente e senza coordinamento può essere apprezzabile da un punto di vista sociale, ma risulta dispersivo e di minore impatto. In fondo è la stessa, identica cosa che si sta perpetuando nel settore del gioco: ognuno dice la sua, chi “tira la giacca” da un lato e chi dall’altro, ma lo Stato -che dovrebbe essere in prima linea per riprendersi l’Autorità (perduta) del decidere- purtroppo “latita” e di conseguenza la sua “globalità” manca assolutamente.

In Puglia esiste un regolamento regionale, approvato dal Consiglio, al quale bisogna fare riferimento in queste azioni di contrasto: si tratta di una tematica molto delicata che “richiama” certamente le forze di tutti ma in modo equilibrato ed “unitario”. Solo così si riuscirà ad ottenere il risultato che tutti sperano: il gioco d’azzardo è una materia “tutelata dalle leggi dello Stato” e quindi solo per questo sarebbe un impegno titanico affidare questa “battaglia di contrasto” alla buona volontà dei singoli. Per avere risultati tangibili contro il gioco, la Regione deve essere unita se questo è il suo indirizzo ed il suo intendimento.

Comments are closed.