Indagine sanitaria sul gioco d’azzardo patologico

21 ottobre 2014 Posted by itubessa

Se ne sono dette di tutti i colori sul gioco lecito, chi lo vuole e chi no, chi vuole “eliminarlo” e chi invece no, chi crede che sia la causa di “tutti i mali” e chi invece crede sia una fonte di reddito: insomma “ogni testa è un piccolo mondo”. Però, sarebbe giusto anche sapere quali e quante siano le conseguenze “vere” del gioco d’azzardo: il gioco patologico in che misura si “presenta” sul nostro territorio? In che forma si può “contare”? Quali dati certi esistono? Qualcuno si è interessato di valutarne “veramente” le conseguenze? Ed allora ecco l’Istituto Superiore di Sanità -a fianco dei Monopoli di Stato- che progetta un’indagine epidemiologica nazionale sulla diffusione del gioco patologico in Italia: questa sarebbe la ricerca più approfondita mai realizzata sul tema della dipendenza da gioco che permetterebbe, una volta per tutte, di avere finalmente una visione su questo fenomeno e sulla sua effettiva diffusione che porterebbe una solida base da cui partire per mettere in atto interventi di carattere preventivo o sanitario.

Nella Legge di Stabilità del 2010 già veniva introdotto il tema della “ludopatia” in ambito legislativo e quindi ad oggi, 2014, esiste una grave carenza dello Stato poiché non esistono ancora “dati certi” sul gioco patologico e sulla sua diffusione. Affidare la ricerca di “questi dati certi” all’Istituto Superiore di Sanità sarebbe una grande “prima coerente mossa” considerando che questo Istituto assolve dal 1991 la funzione di Centro di Documentazione dell’Ufficio Regionale per l’Europa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

Comments are closed.