Competenza sul settore del gioco d’azzardo

24 luglio 2014 Posted by itubessa

Certamente, nel mondo del gioco d’azzardo quella che regna maggiormente è l’incertezza e la poca chiarezza. Invece, una voce fuori dal coro c’è: è quella della Corte Costituzionale che con due ordinanze, pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale, ha annullato la competenza esclusiva del Tar del Lazio ad esprimersi sui provvedimenti emessi dall’Autorità di Polizia relativi al rilascio di autorizzazioni in materia di giochi pubblici “con vincita in danaro” e dell’art. 14 per violazione degli articoli 3,25,125,24,111 e 77 Cost., nonché degli articoli 13 -nella parte in cui qualifica inderogabile la competenza territoriale-, 14,15 e 16 c.p.a, per violazione dell’art.76 Cost. La bocciatura e l’annullamento della competenza esclusiva del Tar del Lazio a decidere quindi in materia di giochi e scommesse è stata trasmessa anche alla Commissione della Camera.

Nel testo si legge: “”Dichiara l’illegittimità costituzionale dell’articolo 135, comma 1, lettera q-quater), del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104 (Attuazione dell’articolo 44 della legge 18 giugno 2009, n. 69, recante delega al Governo per il riordino del processo amministrativo), nella parte in cui prevede la devoluzione alla competenza inderogabile del Tribunale amministrativo regionale del Lazio, sede di Roma, delle controversie aventi ad oggetto i provvedimenti emessi dall’autorità di polizia relativi al rilascio di autorizzazioni in materia di giochi pubblici con vincita in denaro”. Almeno per un punto nel mondo del gioco…. chiarezza è fatta! Troppi ricorsi, recentemente, sono stati proposti con tante spese effettuate sia da parte degli operatori sia da parte delle varie Amministrazioni. Un punto fermo c’è… finalmente.

Comments are closed.